I ragazzi preferiscono lo smartphone per accedere al web

Lo smartphone è per i ragazzi il principale strumento di accesso ad internet. Viene usato quotidianamente per andare online dal 97% dei 15-17enni e dal 51 per cento dei bambini di 9-10 anni. Se l’88% dei ragazzi italiani usa internet a casa ogni giorno, il 44% lo usa quotidianamente quando è fuori per recarsi da qualche parte.

Comunicazione e intrattenimento le attività online più diffuse secondo l’indagine Miur

È quanto emerge dalla ricerca ‘EU kids online per Miur e Parole O_Stili‘ su rischi e opportunità di internet per bambini eragazzi, presentata di recente. Secondo l’indagine Miur, infatti, fra gli adolescenti di 15-17 anni, la percentuale di chi usa tutti i giorni internet quando è fuori casa sale al 74%. Cresce anche il numero di ragazzi di 9-17 anni che utilizza internet tutti i giorni a scuola (26%), soprattutto fra gli adolescenti di 15-17 anni (49%).

Le attività online più diffuse sono quelle relative alla comunicazione e all’intrattenimento. Il 77% dei ragazzi di 9-17 anni usa internet tutti i giorni per comunicare con amici e familiari. Poco più della metà guarda video online e visita quotidianamente il proprio profilo sui social media. Il 37% usa internet per fare i compiti a casa.

Esperienze negative sul web

Aumenta la percentuale di ragazzi che vivono esperienze negative navigando in Internet. Se nel 2010 erano il 6% (dato stabile fino al 2013), a distanza di sette anni sono più che raddoppiati, arrivando a quota 13% nel 2017. Quasi un terzo degli adolescenti dichiara di aver visto online messaggi d’odio o commenti offensivi rivolti a singoli individui o gruppi di persone. Ma il dato ancora peggiore è che in oltre la metà dei casi gli intervistati ammettono di non aver fatto nulla per difendere le vittime. Nonostante, di fronte all’hate speech, tra i sentimenti più diffusi ci sia la rabbia (36%), seconda solo alla tristezza (52%) ma davanti al disprezzo (35%) e alla vergogna (20%).

#socialmediaitaly

 

Abbiamo pubblicato altri articoli che potrebbero essere di tuo interesse. Clicca qui

Categorie: Top news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *